Il News Feed di Facebook compie 10 anni

FacebookFacebook non è solo il più noto social network, ma uno dei siti web più visitati. Ogni giorno moltissime persone, in ogni parte del mondo ci trascorrono diverse ore, spesso sottraendo questo tempo al lavoro o alla famiglia.

Per alcuni Facebook diventa una vera e propria droga, per molti altri, per fortuna, resta uno strumento per mantenere e ritrovare contatti, oltre che per conoscere gente nuova, seguire gruppi che condividono i nostri stessi interessi, intrattenerci e informarci.

Il News Feed di Facebook è un po’ il suo cuore, una parte fondamentale del social, che cambia, si aggiorna e migliora di continuo, per mostrare contenuti sempre più mirati.

Molte persone usano Facebook anche per informarsi, ma naturalmente nel feed non appaiono solo news dai principali giornali, molti contenuti vengono direttamente dai nostri amici e contratti, secondo un modello di condivisione non sempre chiaro.

In ogni feed che si rispetti non mancano mai video divertenti e foto di gattini, ma molto naturalmente dipende da noi. Se selezioniamo con cura le persone e le pagine che seguiamo e i gruppi in cui entriamo abbiamo un notevole controllo su questo strumento, il resto lo faranno algoritmi sempre più complessi.

Era il 6 settembre del 2006 quando Facebook annunciò che avrebbe introdotto un flusso di informazioni e di aggiornamenti a scorrimento verticale: nacque così il News Feed e da allora di acqua sotto ai ponti ne è passata veramente tanta.

Oggi Facebook è uno dei maggiori canali per chi desidera farsi pubblicità online, molte aziende, imprenditori e professionisti lo preferiscono alla pubblicità su Google, altri lo affiancano a quest’ultima. Tutti concordano sul fatto che permette di ottenere ottimi risultati. La cosa interessante è che, se si impara ad usare bene le Facebook Ads i risultati non solo arriveranno, ma lo faranno anche con budget contenuti.

In occasione del decimo compleanno del News Feed, l’app di Facebook per mobile si aggiorna con una nuova funzionalità: “what your friend are talking about”, si tratta di una novità molto interessante, che potrebbe impattare sul lavoro di chi usa questo social come principale strumento per la propria comunicazione online.